E tu, cosa vedi? Le nuvole

Chi l’avrà fatta? Come? Quando? Dove?

– A SCUOLA, PER STUDENTI –

Stai un po’ lì ad osservare le nuvole, poi se vuoi puoi chiudere gli occhi.. A cosa stai pensando? Prendi il tuo quaderno-diario e scrivi tutto quello che ti viene in mente mentre guardi le nuvole…tutto va bene! Non ci sono pensieri giusti e pensieri sbagliati…vanno bene anche solo alcune parole, anche se non sono collegate tra loro…

Le mie parole…

Libertà
Esprimersi
Pace
Mare
Relax
Sognare

Adesso scrivi le tue!!

Qual è la nuvola che ti piace di più?
Scegli una nuvola che ti piace, dalle un nome e scrivilo nel tuo diario.
Prova a disegnarla: puoi usare tutti i materiali che hai a disposizione a casa…

Ad esempio, puoi fare lo sfondo del cielo con il colore azzurro, le tempere, usando le spugne, le cannucce, puoi fare le sfumature con il blu e poi puoi fare la tua nuvola con il bianco. Puoi usare anche del cotone per fare la tua nuvola, e poi incollarlo sul foglio. Va benissimo anche colorare con i pastelli e magari fare le sfumature con la polverina…siete liberi di usare tutti i materiali che volete

Tante forme diverse

Hai visto quante nuvole ci sono in cielo?
Tutte diverse…
Tu che cosa vedi?
Prova a trovare nelle nuvole delle forme, degli oggetti, degli animali, delle persone…usa la tua immaginazione! ☺
Poi racconta nel tuo diario che cosa hai visto!! ☺

Maestra Elisa Carraro

Le parti in grassetto indicano lo spunto per l’abbinamento con il testo teatrale proposto da Casa dello Spettatore

continua su senzascuola

– DAL TEATRO, PER INSEGNANTI –

Tra le nuvole

Sarah Bernardt in Amleto  (Parigi, 1899)

ATTO III – scena seconda

[…]

POLONIO – Signore, la regina vostra madre vuole parlarvi, al più presto possibile
AMLETO – Vedete quella nuvola laggiù? Non ha quasi la forma d’un cammello?
POLONIO – Càspita! Ci somiglia veramente!
AMLETO – O piuttosto, direi, ad un donnola.
POLONIO – Dal dorso, infatti, sì, sembra una donnola…
AMLETO – O una balena…
POLONIO – Proprio, una balena.
AMLETO – Allora vado da mia madre, subito.
(Tra sé) Tendono l’arco della mia ragione fino a spezzarlo!…
(Forte) Sì, ci vado, subito

[…]

(William Shakespeare, Amleto, 1600 – 1602 ca)

Tutti gli articoli

Attività straordinarie

Sul blog senzascuola la sezione Attività straordinarie (idee ed esperienze a bassa intensità digitale per scoprire e riscoprire la casa) viene presentata così:

La mia casa

Come Klee porta a spasso una linea anche tu puoi scegliere un punto della casa da cui partire e immaginare un percorso che attraversa tutte le stanze. 

E tu, cosa vedi? Il giardino

Cari bambini, non si può andare a scuola, ma si possono imparare tante cose anche stando a casa. Non ci credete??? Pensate…avete mai provato a guardare fuori dalla finestra? Per chi è fortunato e ha il giardino

E tu, cosa vedi? Le nuvole

Stai un po’ lì ad osservare le nuvole, poi se vuoi puoi chiudere gli occhi.. A cosa stai pensando? Prendi il tuo quaderno-diario e scrivi tutto quello che ti viene in mente mentre guardi le nuvole…tutto va bene!

A partire da un quadro

La prima attività che abbiamo realizzato con i bambini della classe 3° è stata quella di provare a scrivere un testo collettivo a partire dall’osservazione del quadro di Pieter Bruegel “Giochi di bambini”.

La tana

Scegli un angolo della tua casa senza dirlo a nessuno. Resta nel tuo angolo preferito per un po’ di tempo. Perché lo hai scelto? Cosa ti piace fare quando sei nel tuo angolo preferito?

Load More Posts

Newsletter



Iscriviti

Scrivici

Cerca nel sito

Il teatro,
l’educazione,
la scuola

TUTTI I PROGETTI

Il fogarone

Casa dello Spettatore curerà un ciclo di incontri di leggi

Osservatorio del pubblico

Casa dello Spettatore curerà un osservatorio composto da insegnanti e genitori per seguire e accompagnare i lavori delle compagnie vincitrici del bando IN VIVA VOCE. In collaborazione con ATCL

La scuola in scena

Seminario La scuola destinato ad insegnanti e operatori per riflettere sui modi in cui il teatro e non solo rappresentano la scuola e la relazione educativa.

Nella visione. Due soste – Puglia

Due soste nell’arco di una stagione per sperimentare modi possibili in cui accompagnare lo sguardo, ma dentro esperienze diverse. In collaborazione con Teatri di Bari

La stagione interrogata – Napoli 2019

Il docente che decide di portare a teatro le proprie classi, ha la possibilità di inserire questa scelta in una ricerca aperta e condivisa, per fare un’esperienza didattica significativa, approfondirne senso e modalità.

Load More Posts

Collaborazioni

2021-02-12T08:13:03+00:00