Tutoraggio TRAC 2022

Casa dello Spettatore sosterrà il lavoro delle quattro compagnie selezionate dal bando Trac – Nuove Generazioni in sinergia con Assitej Italia, e Fondazione SAT “Maggio all’infanzia”. Alle cinque compagnie verrà dedicato un intervento che prevede due attività seminariali distinte: la prima si concentrerà esclusivamente sulle compagnie e sui loro progetti, la seconda coinvolgerà il pubblico nella visione degli spettacoli prima del loro debutto.

Con le compagnie – I seminari preliminari all’inizio del lavoro delle compagnie saranno organizzato considerando di volta in volta l’idea progettuale presentata, la storia della compagnia e il tipo di pubblico individuato come destinatario dello spettacolo. In questa prima fase si forniranno alle compagnie elementi di analisi sulla condizione dell’essere spettatore e sui fattori emotivi e cognitivi che concorrono a determinare l’esperienza estetica e sociale di chi assiste a uno spettacolo teatrale, oggi in Italia.

Con il pubblico – Al termine della residenza artistica ciascuna compagnia avrà la possibilità di presentare lo spettacolo a un pubblico convocato per l’occasione poco prima del debutto. I seminari si svolgeranno in un contesto laboratoriale all’interno del quale lo sguardo del pubblico sarà strumento di collaudo per la proposta artistica.

I cinque progetti

acquasumARTE
RESTARE FUORI

Un progetto sulla vita sociale degli adolescenti. All’origine del nostro progetto sono le ricerche sul fenomeno FOMO, acronimo di “Fear of missing out”, ovvero la “paura di rimanere escluso”. A questo proposito ci siamo imbattuti in un interessante articolo pubblicato dalla redazione di “3.14pm” magazine del Liceo Scientifico Statale R. Nuzzi di Andria a firma di Giulia d’Ercole. RESTARE FUORI intende sviluppare il tema dei luoghi della socialità teenagers “tra i due mondi”, quello virtuale e quello cittadino: esplorare e documentare il fenomeno FOMO addentrandosi nel mondo dei social più utilizzati e indagare quali siano oggi tra gli adolescenti i luoghi fisici di socialità e di relazione. […]

Gianna Grimaldi
CHE NOIA!

Recuperare un tempo lento, rallentare, fermarsi a respirare, osservare, riscoprire il piacere del contatto con la Natura…Nella fretta del prestante fare quotidiano ci dimentichiamo di stare nelle pause, nei “momenti di mezzo”, nel passaggio tra le tappe, nel vuoto, che ci spaventa, nel silenzio che ci fa sentire smarriti, inadeguati. Propongo un progetto teatrale sul tema del recupero della noia, di quel tempo in cui apparentemente non accade nulla, ma che nasconde il principio di qualunque, possibile, nuovo inizio…  […]

Elisabetta Aloia
EVELINA VIEN DAL MARE

“Evelina vien dal mare” è un viaggio alla scoperta di se stessi e della propria unicità. Un racconto, una sorta di fiaba sulla presa di coscienza del proprio valore e sull’accettazione della singolarità di ciascuno di noi in una realtà che ci vuole tutti uguali, incasellati in schemi ben precisi, difficili da scardinare. “Evelina vien dal mare” è un progetto che si rivolge a tutto il pubblico, in particolare, date le tematiche dell’accettazione di sé, del bullismo, a quello dei ragazzi.  […]

inQuanto teatro
CENTO CENERENTOLE

Gli imperi crollano, le fiabe no. Cenerentola ha sotterrato Napoleone e il Sacro Romano Impero, l’URSS e Mike Bongiorno. La sua vitalità la rende una formidabile maestra, per elaborare e condividere strategie di sopravvivenza agli imperi di oggi, in un’alleanza tra bambini e adulti. Con questo progetto desideriamo dar vita a una comunità di Cenerentole, disposte a incontrarsi online e dal vivo, decise ad accompagnarsi l’un l’altra verso il proprio lieto fine. […]

Asini Bardasci
CIP E TIGRE

Lo spettacolo nasce dalla collaborazione tra Fabrizio Tonello, Aurelia Higuet (autori del libro “Il lungo viaggio di Cip e Tigre” edito Carthusia) e Asini Bardasci giovane compagnia finalista con menzione a Scenario Infanzia 2018. “Il lungo viaggio di Cip e Tigre” ci è sembrato un’importante occasione per poter parlare di paure, speranza e determinazione per dare un segno forte e tangibile che per parlare di Pace, di rispetto e uguaglianza, abbiamo bisogno di raccontare il viaggio, le difficoltà che spesso bambini e adolescenti fanno per poter vivere liberi. […]

TRAC Teatri di Residenza Artistica Contemporanea – Centro di residenza pugliese, nasce dal raggruppamento di 5 compagnie che dal 2008 hanno fatto dei teatri che “abitano”, dei poli teatrali inseriti nel dialogo nazionale delle residenze artistiche. Le compagnie che costituiscono il Centro risalgono idealmente l’intera Puglia connettendone le periferie: POLO DI MELENDUGNO/LECCE – Principio attivo teatro; POLO DI LECCE/NOVOLI – Factory Compagnia Transadriatica; POLO DI TARANTO – CREST; POLO DI RUVO DI PUGLIA/CASTELLANA – La luna nel letto/Tra il dire e il fare; POLO DI MANFREDONIA/FOGGIA – Bottega degli Apocrifi.

Casa dello Spettatore collabora con

2022-12-03T16:34:44+00:00