Focus: Zerocalcare

Giovedì 5 dicembre 2019

FOCUS: Zerocalcare

Un confronto con l’opera del noto fumettista Zerocalcare e la sua “Kobane Calling”, un esempio di graphic journalism che non spettacolarizza la guerra ma racconta con spietata leggerezza la verità brutale di un conflitto. Un’opera che dalle pagine si sposta sul palcoscenico trasformandosi in un atipico documento teatrale, “Kobane Calling on Stage”.

A cura di Miriam Larocca

Lo spettacolo
KOBANE CALLING ON STAGE

Giovedì 5 dicembre ore 21.00 | Teatro Vittoria – Piazza Santa Maria Liberatrice, 10

Zerocalcare, insieme al regista Nicola Zavagli, incontrerà il pubblico al termine della rappresentazione del 5 dicembre.

Kobane Calling – il Graphic Novel bestseller di Zerocalcare (più di 120.00 copie vendute in Italia) – diventa uno spettacolo teatrale: un atto d’amore del teatro al mondo poetico e comicissimo dell’autore, ma anche un gesto di solidarietà a chi ogni giorno in Siria mette a rischio la propria vita in una guerra senza fine. La storia racconta i viaggi di un gruppo di giovani volontari partiti per Kobane, città simbolo della resistenza curda, per portare aiuti umanitari e raccogliere testimonianze per una cronaca alternativa della situazione siriana. Prodotto da Lucca Comics & Games / Lucca Crea e Teatri D’Imbarco in collaborazione con BAO Publishing, grazie al contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e al sostegno di Mibac e Regione Toscana, Kobane Calling on Stage – diretto da Nicola Zavagli, che ne cura anche l’adattamento – è un’opera inedita che partendo dalle pagine del fumetto, le trasforma sul palcoscenico in un autentico cortocircuito di emozioni. L’avventura è iniziata con un clamoroso sold out al Teatro del Giglio di Lucca nel 2018, nell’ambito del progetto Graphic Novel Theatre, nato da un’idea del direttore generale di Lucca Crea, Emanuele Vietina, e curato da Cristina Poccardi e Nicola Zavagli. Ora continua in un tour nazionale che tocca le più importanti città italiane. “Trasformare Kobane Calling in uno spettacolo – racconta il regista – è stato un processo difficile ma entusiasmante. Mi ha consentito di toccare contemporaneamente le corde del grottesco e dell’impegno. Per un mese ho studiato con attenzione il materiale. Sono partito da una sceneggiatura con flashback e spostamenti, ricostruendo la linearità dei due viaggi e inserendo poi le citazioni pop e i siparietti surreali: elementi fondamentali per restituire la commistione di piani che rende così ricco e dinamico il fumetto. Il risultato è una grande narrazione corale, con 13 giovani attori in scena, che alterna il dramma alla commedia, il basso e l’alto, il pop e il civile. In passato ho lavorato molto sui drammaturghi inglesi e irlandesi, che spesso riescono a fondere comicità e violenza, come raramente avviene nel teatro contemporaneo italiano. Qui ho avuto l’opportunità di giocare su più registri: un’occasione preziosa.”

con Massimiliano Aceti, Luigi Biava, Fabio Cavalieri, Francesco Giordano, Carlotta Mangione, Alessandro Marmorini, Davide Paciolla, Cristina Poccardi, Lorenzo Parrotto, Marcello Sbigoli e con i giovani attori di Teatri d’Imbarco
musiche originali Mirko Fabbreschi, video design Cosimo Lorenzo Pancini
assistente alla regia Cristina Mugnaini, maschere Laura Bertelloni
luci Giovanni Monzitta, fonica Alice Mollica,  costumi Cristian Garbo,
consulenza artistica
Vladimiro D’Agostino distribuzione Antonella Moretti,
organizzazione  Cristian Palmi, produzione Lucca Comics & Games e Teatri d’Imbarco
in collaborazione con Bao Publishing
Casa dello spettatore all’interno della programmazione teatrale romana compone percorsi di visione strutturati sulla base di nuclei tematici o di linguaggio, aperti anche ad una combinazione personale, operata dal pubblico. Percorsi nella città e nella cultura, tappe di un viaggio che, attraverso incontri prima e dopo la visione, costituisce un’esperienza che intreccia conoscenza ed emozione. Il risultato è la nascita di piccole comunità di spettatori e spettatrici che riscoprono il piacere di frequentare il teatro insieme.
FOCUS: Zerocalcare fa parte della programmazione per la stagione 2019/2020 di “Casa dello Spettatore. Per una formazione del pubblico” realizzato con il sostegno del MiBACT

INFO

Giovedì
5 dicembre
2019

Teatro Vittoria
Piazza Santa Maria Liberatrice, 10
ore 18:45

Teatro Vittoria
Piazza Santa Maria Liberatrice, 10
ore 21:00

a seguire, incontro
con l’autore e il regista

N.B. Ogni appuntamento dei percorsi di visione prevede incontri di didattica della visione preliminari e/o successivi allo spettacolo, condotti dai curatori del percorso. Ogni partecipante riceverà il documento di ricerca appositamente predisposto per l’occasione. 

2019-11-21T11:59:41+00:00
I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie. Leggi la nostra Privacy and Cookie Policy Ok